Incentivi Fotovoltaico in Ritardo: Perché?

Riceviamo numerose segnalazioni di utenti destinatari di incentivi per il fotovoltaico che lamentano sostanziosi ritardi nei pagamenti da parte del GSE, ricezione di somme inferiori alle aspettative o addirittura il mancato recepimento dell'intero incentivo.

Dal 2015 sono entrate in vigore nuove modalità di erogazione degli incentivi

Il DM 16 ottobre 2014 ha stabilito che l’erogazione degli incentivi avvenga sul 90% della producibilità media annua stimata. Solo entro il 30 giugno dell’anno successivo gli utenti percepiranno poi un conguaglio sulla produzione effettiva. Inoltre i pagamenti in acconto relativi ai piccoli impianti domestici con potenza fino a 3 kWp avvengono ogni 4 mesi e a condizione che venga raggiunto l'importo minimo di 100 euro. Il pagamento mensile è riservato esclusivamente agli impianti con potenza superiore a 20 kWp.
il Gestore dei Servizi Energetici chiarisce inoltre che i ritardi nei pagamenti possono dipendere da una molteplicità di cause, quali:
Comunicazioni tardive o rettifiche dei dati trasmessi dal distributore di energia al GSE;
Malfunzionamento dell’impianto;
Ritardo o mancata esecuzione degli adeguamenti richiesti da aggiornamenti normativi successivi alla realizzazione dell'impianto;
Mancata comunicazione al GSE di variazione dei propri dati bancari, ecc..
Per evitare che tutto ciò possa accadere, So.E.Tech. srl offre servizi rivolti alla corretta gestione amministrativa ed all'aggiornamento normativo degli impianti.
//]]>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi