Informazione Antimafia per Fotovoltaico: Come Gestirla Correttamente

L'informazione antimafia è un documento attestante la sussistenza, o meno delle cause di decadenza, sospensione o divieto di cui all'art. 67 del D. Lgs. 159/2011 nonché la sussistenza, o meno, di eventuali tentativi di infiltrazione mafiosa tendenti a condizionare le scelte e gli indirizzi delle attività di impresa. Il GSE sottopone a “verifica antimafia” i responsabili di impianti fotovoltaici (persone fisiche e giuridiche) che nell'arco dell'intero periodo incentivante riceveranno complessivamente un importo superiore a 150.000 euro.

Come comportarsi?

A partire dal 2016, la normativa è cambiata: l'informazione antimafia ora ha validità di 12 mesi dalla data del rilascio. Per questo motivo, i soggetti sottoposti a verifica, sono tenuti ad inviare al GSE la documentazione richiesta ogni anno.

Come vanno inviate le dichiarazioni?

La documentazione richiesta deve essere scaricata dall'apposito portale del GSE e trasmessa corredata dei documenti di identità in corso di validità, sempre solo ed esclusivamente tramite una sezione dedicata del portale GWA del GSE.
In caso di mancato invio dell'informazione antimafia, il GSE si riserva la possibilità di sospendere gli incentivi.
So.E.Tech. Srl vi offre il supporto necessario per il corretto adempimento dell'iter burocratico “antimanfia” al fine di portare a termine correttamente la pratica e salvaguardare i Vostri incentivi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Lo scroll è considerato come accettazione. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi